COSI' IL FRUTTETO TECNOLOGICO

CATTURA L'ENERGIA DEL SOLE

Nella sua azienda di Forli' Luciano Rivalta al posto del vecchio pescheto ha installato un impianto fotovoltaico che produce 80.000 kw di elettricita' all'anno. Una scelta ecologica, ma anche economica.

<Coltiviamo il sole!>, dice Luciano Rivalta, ridendo della sua battuta. Luciano Rivalta e' un agricoltore un po' speciale. Nell'azienda agricola forlivese che porta il suo nome e' entrato in funzione da pochi mesi un impianto fotovoltaico cosidetto " a inseguimento". Del sole, s'intende, dato che la radiazione solare trasformata direttamente in energia elettrica varia secondo le ore della giornata e secondo le stagioni. Tremila metri quadrati di terreno con una distesa di 55 "alberi" metallici che hanno sostituito il vecchio pescheto. Ogni installazione sostiene con i suoi rami zincati cinque pannelli fotovoltaici da 180 watt. Il tutto per una potenza complessiva di 50 kwp (chilowatt picco), pari alla somma dei valori di potenza nominale di ciascun modulo fotovoltaico.

Alla base del "tronco", invece di radici, solide ruote che consentono agli alberi tecnologici di ruotare automaticamente 5 volte al giorno per seguire la traiettoria disegnata del sole nel cielo, secondo l'impostazione programmata nel software di gestione. Anche questo frutteto speciale richiede cura ed attenzione e la sua produttivita' e' legata al tempo piu' di quanto non si immagini. L' impianto produce energia elettrica continua. Per immetterla in rete serve un dispositivo di interfaccia, l' inverter, che trasforma la corrente da continua in alternata, con gli stessi parametri dell'enel. C'e' poi un contatore bidirezionale che contabilizza la corrente immessa in rete e quella utilizzata dall' azienda. Con l'impianto fotovoltaico, che produce 80000 kw l'anno, si puo' fornire l'energia necessaria a 30-35 famiglie per un anno intero considerando il consumo annaule di una famiglia intorno ai 2500-3000 kw.

Nei mesi invernali  o quando fa troppo caldo la produzione e' bassa. L'ideale e' il freddo o la mezza stagione. Per ogni kw prodotto con l'impianto fotovoltaico si riceve un contributo di 0,46 euro per vent'anni ( ma ora per chi inizia ora il contributo e' di 0,36 euro). Fino a quando ci sara' questo aiuto economico, senz'altro conviene piu' che avere gli alberi da frutta. Ma per allestire l'impianto si e' dovuti chiedere un mutuo di 415000. Dovrebbe essere pagato , se tutto va bene, in dieci anni al massimo.

Poi una volta pagato tutto, sara' "reddito" pulito, dato che questi impianti sono garantiti dai costruttori per almeno 25 anni. L'azienda agricola Rivalta, che sorge a due passi da Villafranca, e' un prototipo di multifunzionalita' in agricoltura: 12 ettari coltivati con metodo biologico( frutteto, vigna, ortaggi, medica, grano) , la stalla e gli animali da cortile, la fattoria didattica, lo spaccio aziendale per la vendita diretta , il laboratorio per la lavorazione-trasformazione dei prodotti ed ora anche la produzione di energia rinnovabile. Rivalta insieme ad altri agricoltori della Romagna e del ferrarese che hanno piccoli impianti fotovoltaici come il suo, gia' funzionanti, e' tra i fondatori della cooperativa " Voltapagina". L' idea e' nata tre anni fa- spiega Lino Goffredo, ispiratore e presidente della cooperativa- perche' ho sempre pensato che la vera energia solare si produce in agricoltura, non sui tetti delle case.. Attualmente siamo 11 soci, tutti agricoltori delle province di Forli'- Cesena e Ferrara. Ma ci sono voluti due anni per ottenere il riconoscimento come produttori di energia, perche' non sapevano come inquadrare giuridicamente la cooperativa. Il nostro obiettivo e' progettare, realizzare e gestire impianti per gestire commercializzare energia ricavata da fonti rinnovabili: agro-forestale, fotovoltaica, da biogas, biomassa e biocombustibili. Naturalmente a beneficio prevalentemente delle aziende agricole associate.

Per produrre energia rinnovabile meglio tante piccole centrali, che impianti centralizzati.

Lino Goffredo e' anche responsabile tecnico della "Pirrini Paola Energia srl" di Cesena, anch'essa socia di "voltapagina", impresa specializzata in energie alternative: impianti eolici, fotovoltaici, solari, minicentrali idroelettriche, micro-cogenerazione, impianti a biomassa. Paola Pirrini ha realizzato presso la sede aziendale un impianto fotovoltaico della potenza di 150 kwp e un impianto eolico da 40 kwp,  mentre sono in fase di progettazione due impianti a bio massa da un megawatt ciascuno.

AZIENDA AGRICOLA RIVALTA

rivalta-fattoria@virgilio.it  

PIRRINI PAOLA ENERGIA srl

info@pirrini.it

www.pirrinipaola.it

VOLTAPAGINA SOC. COP. AGRICOLA

coopvoltapagina@gmail.com